☀ Piccola guida sui filtri solari e su come scegliere i prodotti per l’estate ☀

Buongiorno care 💛

Ho notato con piacere come sia stato apprezzato il precedente post sulla Guida agli INCI dei prodotti cosmetici (vi riporto il link per chi se lo fosse perso ed aggiungo che sarà soggetto ad aggiornamenti di volta in volta 🙂 ) e dell’esser venuta a conoscenza di una curiosa e positiva coincidenza: domenica pomeriggio mia mamma è andata al supermercato ed ha notato una madre e una figlia in preda alla lettura degli ingredienti dei prodotti da bagno nella sezione Bio XD mi ha detto che la madre prendeva i prodotti e la figlia, con l’aiuto di un foglio, individuava o meno la presenza di ingredienti dannosi. E’ stato divertente il fatto che questo sia accaduto il giorno dopo che abbia pubblicato il post sugli INCI e altrettanto simpatica l’idea che, magari, avessero usato proprio il mio di foglio 🙂 è già sicuramente da tempo che la gente pone attenzione a queste cose (per me è un mondo nuovo), ma l’ho trovata proprio una gran bella coincidenza… Che sia stato grazie a me o meno, mi fa ugualmente piacere! 😀

Ed ora, ladies and gentlemen, permettetemi di postarvi un’altra breve guida alla composizione dei solari: sappiamo tutti quanto sia importante proteggersi dal sole – dovrebbe accadere sempre ma soprattutto d’estate andando al mare – ed io, curiosando sul web, mi sono imbattuta in questo piccolo vademecum sui filtri solari tratto dal sito Sai cosa ti spalmi (potete cliccarci su). 

Allora amici e amiche, niente panico! I nomi sono più antipatici da ricordare, ma vi fate il vostro bel foglietto e, se volete (ovvio), ve lo portate dietro previo acquisto del prodotto. Ieri sono stata al supermercato ed ho fatto proprio così… guardando l’INCI prodotto per prodotto. Beata ignoranza: tutti i prodotti (solari, acque abbronzanti, oli, creme doposole) sono pieni di petrolati, siliconi, parabeni e PEG-PPG… soprattutto oli abbronzanti e creme doposole!! X_X

Più in là vi farò vedere cosa ho comprato io di decente. Ho fatto un mix di marche XD ma cominciamo!


Innanzitutto, il solare deve proteggerci sia dai raggi UVA, cioè quelli che creano l’invecchiamento e danni alle pelle, sia dai raggi UVB, cioè quelli che provocano arrossamenti e eritemi.

I solari possono esser costituiti da due tipologie di filtri: quelli fisici e quelli chimici.

Tra i filtri fisici si distinguono:

  • Il biossido di titanio (Titanium Dioxide) lo si può trovare anche come “optisol”– protettore raggi UVA
  • L’ossido di zinco (Zinc Oxide) – protettore raggi UVB

Questi si trovano maggiormente nei solari bio ma sono meno protettivi dei filtri chimici, per questo non vengono considerati totalmente filtri solari, proprio perché non proteggono molto.

I filtri chimici invece sono:

  • Tinosorb
  • Ethylhexyl Methoxycinnamate
  • Ethylhexyloxyphenol methoxyphenyl triazine – questo ed il precedente sono segnati rossi sul Biodizionario ma sono considerati filtri stabili

Tutti e 3 sono ben tollerati anche dalle persone con pelle sensibile perché sono efficaci e stabili anche ad alte temperature e assicurano una protezione completa a UVA e UVB.

I filtri chimici si distinguono in filtri chimici fotostabili (ovvero quelli che riescono a proteggere la pelle dall’azione dei raggi solari per diverso tempo dopo l’applicazione della crema) che sono:

  • Octocrylenefiltro UVB
  • Mexoryl:

Terephthalylidene Dicamphor Sulfonic Ac = Mexoryl SXfiltro UVA

Drometrizole Trisiloxane = Mexoryl XLfiltro UVB

  • Tinosorb:

Bis-Ethylhexyloxyphenyl Triazine = Tinosorb Sfiltro UVA e UVB

Methyilene Bis-Benzotriazolyl Tetramethylbuthylphenol = Tinosorb Mfiltro UVA e UVB

  • Diethylhexyl Butamido Triazonefiltro UVA
  • Ethylhexyl Triazonefiltro UVB
  • Octyl methoxycinnamate = ethylhexyl methoxycinnamatefiltro UVB, messo da solo in formula ancora regge in fotostabilità, ma se in co-presenza con l’avobenzone si destabilizza, ristabilizzandosi in presenza di octocrylene e/o Mexoryl e Tinosorb.

E filtri chimici non fotostabili:

  • Butyl Methoxydibenzoylmethane è l’avobenzone filtro UVA e parte UVB, è un filtro non fotostabile, è stabilizzato se in formula ci sono octocrylene e/o Mexoryl e Tinosorb
  • Ethylhexyl Salycilate (potreste ancora trovare da qualche parte il fu octyl salicylate, vecchia denominazione, stessa sostanza): filtro UVB non fotostabile, si stabilizza in co-presenza con ethylhexyl triazone, tinosorb M o S, octocrylene, o mexoryl.

Infine, ecco i filtri cosiddetti “problematici”, cioè quelli che interagiscono con l’azione estrogena producendo radicali liberi:

  • 4-Methylbenzyliden Camphor (4-MBC)Filtro UVB parziale UVA, risulta fotostabile ma è sotto osservazione dalla Commissione Scientifica Europea dei prodotti al consumo (SCCP) in quanto ci sono rischi di tossicità; con recente parere del 2008 SCCP valuta questo filtro solare sicuro quando introdotto per un massimo del 4% esclusivamente in prodotti da spalmare sulla pelle, mentre non può escludere rischi per la salute quando presente in prodotti spray, aerosol, o ingeribili tipo stick labbra, rossetti.
  • Octyldimethyl-PABA (OD-PABA)
  • Benzophenone-3 (Bp-3) e oxybenzone
  • Homosalate (HMS)
  • Octyl-Methoxycinnamate (OMC): pare che da solo non regga tanto bene in fotostabilità quindi è meglio trovarlo in co-presenza di ethylhexyl triazone, tinosorb M o S, octocrylene, o mexoryl.

Consigli spiccioli:

  • Evitare i solari con oxybenzone=benzophenone-3 in quanto genera radicali liberi, si accumula per via sistemica, interferisce con l’attività degli estrogeni;
  • Evitare i solari che hanno filtri con attività estrogena (vedi sopra)
  • Lavare sempre accuratamente i solari dalla pelle, mai andare a dormire con il solare in faccia o sul corpo.

Il forum di Lola consiglia:

  • Meglio comprare solari eco-bio con filtri fisici, se presente il titanium dioxide cercare i solari più ricchi in antiossidanti tipo vitamina C, gamma orizanolo, tea verde, estratto di carota, resveratrolo et similia che limitano eventuali danni
  • Comprando solari con filtri chimici sceglierli solo tra quelli che comprendono nella formula Tinosorb S e M e Mexoryl XL e SX. Se cercate buone protezioni chimiche le migliori le trovate, incredibile ma vero, al supermercato, non in farmacia: i colossi della cosmetica della grande distribuzione fanno dei solari buoni e soprattutto sperimentati con test dermatologici su volontari (…).

Boh ragazze, ce la possiamo fare 👌

Per agevolarvi, se avete intenzione di acquistare i solari al supermercato, posso dirvi che ho controllato quasi tutte le marche presenti (mi manca l’Omia e un’altra marca, mi pare) e contengono tutte schifezzuole varie (io sono stata all’Auchan). Poi magari voi siete fedeli a certe case cosmetiche e preferite continuare ad acquistare quelle 🙂 ad ogni modo, spero che questo breve promemoria possa tornarvi utile.

Un bacio e un abbraccio a tutte/i voi 💋

Firma2

26 commenti su “☀ Piccola guida sui filtri solari e su come scegliere i prodotti per l’estate ☀

  1. […] ricorderete nel post Guida sui filtri solari (che vi riporto per chi se lo fosse perso) vi è la differenza tra filtri fisici e filtri chimici. […]

    Mi piace

  2. avvocatolo ha detto:

    Ma perché mai proteggersi da me? Firmato 🌞 detto anche modestino 😂

    Liked by 1 persona

  3. Valentina ha detto:

    Ciao Alessia, che bello aver scoperto il tuo blog! Mi voglio informare da tempo su queste cose, ma fra tutte quelle sigle faccio ancora molta fatica… diciamo che le etichette alimentari sono un po’ più semplici 😀 Tornerò a leggere questo post e quello sugli INCI con la calma di una serata tranquilla 🙂 intanto ti ringrazio e ti mando un bacio!

    Liked by 1 persona

    • Grazie mille Valentina 🙂 è vero che quelle alimentari sono più semplici anche perchè sono scritte in italiano eheh ma una volta memorizzati gli ingredienti peggiori e il meccanismo della composizione diventa più facile 🙂 e ti accorgerai di come non c’è da comprare più nulla XD un bacio e buona serata 🙂 grazie di essere passata!

      Mi piace

  4. giovanna ha detto:

    brava!! sempre dei post molto utili

    Liked by 1 persona

  5. Mi piace un tot! ha detto:

    Molto utile! Io ho già l’abbronzatura da camionista, causa biciclettate al parco col nanetto! 😅

    Liked by 1 persona

  6. lamodavaalmercato ha detto:

    …non vedo l’ora di usarli… w l’estate!!!

    Liked by 1 persona

Lascia il tuo commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...