• Extra Aloe ∼ Dermogel Multiattivo ║ Equilibra •

Bentornate girls 🌸

Per recensirvi il prodotto di oggi, ho prima ritenuto opportuno parlarvi in generale dell’Aloe Vera, descrivendovi le proprietà e gli usi, che ritrovate nell’articolo precedente a questo [per le pigrone riporto il link direttamente qui].

Sappiamo che il suo gel ed il succo sono un rimedio naturale multiuso. Io non bevo quest’ultimo ma faccio ampio uso del primo: ricavarlo direttamente dalle foglie è semplicissimo (se disponete di una pianta a casa) ma per chi ne fosse sprovvista o non avesse voglia/tempo di occuparsene fortunatamente, oggi, viene realizzato da diversi brand (più o meno ecobio) e distribuito su larga scala: erboristerie, supermercati biologici e supermercati della grande distribuzione.

Proprio di quest’ultima categoria appartiene il prodotto di cui vi parlerò: Extra Aloe ∼ Dermogel Multiattivo di Equilibra.

P_20160404_125514

DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

Il gel d’Aloe Vera ha una consistenza per l’appunto gellosa, lievemente viscosa e di media consistenza, anche se più tendente al liquidino. La colorazione è biancastra e l’odore il puzzo è piuttosto noto: è proprio caratteristico di questo gel ed io non so descrivervelo ma, sforzandomi un pò, lo associo all’odorastro delle bustine d’antibiotico “Augmentin” (che detesto 😣). Tuttavia, sono riuscita a farci immediatamente naso e adesso non ci faccio più caso.

P_20160406_123035

Il gel d’Aloe Vera

E’ contenuto in un tubetto di plastica morbida dotato di tappo a vite. Il packaging si sposa bene con la consistenza del gel, difatti l’erogazione è semplice e non comporta sforzi o lotte alla braccio di ferro col tubetto.

P_20160404_125600

Il dermogel Equilibra è ottenuto mediante spremitura a freddo delle foglie della pianta d’Aloe Vera e si presenta un prezioso alleato per la pelle di tutta la famiglia, svolgendo un’efficace azione riequilibrante e lenitiva. E’ un prodotto che dona sollievo in tutti i casi di disequilibrio e fastidio cutaneo e se applicato con regolarità sulla pelle sana la nutre, rinfrescandola e rigenerandola.

I modi d’uso consigliati sul retro della confezione sono i seguenti:

  1. Arrossamenti delle pieghe cutanee (ad esempio le ascelle)
  2. Sollievo dopo sole e in caso di contatto con fonti di calore
  3. Rossori delle gengive
  4. Piedi stanchi ed eccessivamente sollecitati
  5. Rossore da sfregamento o sudore
  6. Post-depilazione e rasatura.

LA MIA ESPERIENZA E IL MIO USO PRINCIPALE

Il gel d’Aloe Vera lo reputo uno di quei prodotti che non dovrebbero mai mancare in casa.

Non per nulla, in primo piano sul tubetto, Equilibra riporta la dicitura First Aid ossia Primo Soccorso, visti i millemila usi e rispettivi motivi per ricorrere a questo prodotto. Cioè dai, avete i cerottini e l’acqua ossigenata ma non avete il gel d’Aloe? Siete out… 😀 ovviamente scherzo ma mica tanto.

Innanzitutto è un prodotto che può essere utilizzato da grandi e piccini e applicato su tutti i tipi di pelle. Rari sono i casi di allergia che si possono manifestare con bruciori o rossori persistenti in seguito all’uso del gel (e in questi casi, ovviamente, bisogna sospendere subito l’utilizzo) e quando purtroppo ne soffrite beh cari miei… consideratela una punizione divina 😟

Sapete per che cosa lo utilizzo io? Prevalentemente per lo styling dei capelli, dunque come prodotto sostitutivo di schiume, fluidi e compagnia bella. Si dice che il gel d’Aloe, nelle chiome mosse e ricce, vada a definire la forma del capello lasciandolo leggero e luminoso svolgendo, inoltre, una notevole azione anticrespo.

ALT ✋ perchè non è un pensiero condiviso universalmente: molte ragazze, in seguito all’uso prolungato, notano invece che il gel tende a seccare il capello e quindi ne interrompono l’utilizzo.

Io parlerò per me e, per quel che mi riguarda, questo non è accaduto: dopo aver pettinato i capelli bagnati ed averli tamponati, erogo una piccola quantità di gel sul palmo della mano e procedo a distribuirlo (a testa in giù) su tutta la chioma “stropicciando” delicatamente i capelli in modo da definirli. Normalmente evito che i prodotti per lo styling entrino a contatto con la cute, ma in questo caso il problema non si pone dato che parliamo di un prodotto naturale e curativo di determinati fastidi quali forfora, prurito e rossori (compresa la dermatite seborroica della quale, come ben sapete, ne sono affetta a periodi).

Al termine dell’asciugatura con phon e diffusore, i ricci sono molto morbidi, leggeri e definiti al punto giusto; era da tanto che non mi sentivo i capelli “liberi” e privi della durezza che conferiscono certe schiume. Non so se capita anche a voi, ma quando utilizzo quest’ultime (non appena ho finito di asciugarmi i capelli) avverto un’iniziale benchè leggerissimo prurito in corrispondenza dell’attaccatura frontale dei capelli e sopra le sopracciglia che mi porta a grattarmi un attimo per farlo svanire. Col gel d’Aloe questo non accade.

L’unica nota deludente è l’azione anticrespo che su di me è inesistente 😦 purtroppo la mia chioma non si mantiene “compatta” col passar dei giorni ma tende sempre a spelacchiarsi un pò.

Vi mostro il risultato finale, cioè la piega naturale che ottengo ricorrendo al dermogel come prodotto per lo styling.

PicMonkey Collage86

I miei vecchi capelli lunghi 😥 sob. Appena asciugati.

PicMonkey Collage87

Nell’arco della giornata (lo shampoo è stato fatto di mattina)

PicMonkey Collage88

La “prova del gel” dopo il taglio (a capelli corti)

Quest’ultima foto l’ho voluta inserire per mostrarvi la tenuta al termine dell’asciugatura (di uno shampoo fatto a sera tarda) e l’aspetto dei ricci il mattino seguente, dopo averci dormito sù. La definizione non si perde ma il crespo (aaaargh) è dietro l’angolo sempre più. Mi considero comunque molto soddisfatta e ricordo che il risultato è totalmente soggettivo perchè dipende dal proprio tipo di capello.

I MIEI USI ALTERNATIVI

Non ricorro al gel d’Aloe solo ed esclusivamente per la piega dei capelli. In base a quanto detto nell’articolo precedente, l’ho utilizzato sulle gambe di mio fratello per lenire dolore e rossore in seguito ad una ceretta. Contrariamente a lui, a me non capita mai di ritrovarmi con la pelle arrossata o irritata a causa della rasatura, ad eccezione della zona dell’inguine: proprio questa settimana, per bloccare il sanguinamento provocato da un taglio, ho applicato un pò di gel sulla ferita e in tutta la suddetta zona. Da un lato ho sfruttato le proprietà lenitive del gel, che dà immediato sollievo ed una leggera freschezza alla parte “stressata”, e dall’altro quelle cicatrizzanti, capaci di bloccare il sanguinamento (formando una specie di patina protettiva che gradualmente viene assorbita dalla pelle) e di rimarginare la ferita. Anche in questo caso, obiettivo raggiunto.

P_20160404_125521

Infine, grazie alla capacità di accelerare la scomparsa di brufoletti, ogni mattina (dopo aver deterso il viso) spalmo una piccolissima quantità di gel sulle imperfezioni che pare abbiano deciso di prendere fissa dimora sulla mia faccia e, non appena si asciuga, procedo all’applicazione della mia abituale crema. La battaglia è ardua e per ottenere risultati notevoli bisogna aspettare un pò ed avere costanza nell’applicazione, ma posso dire che i piccoli brufoletti effettivamente sembrano più sgonfi ed anche quelle piccole puntine precedentemente spremute si sono cicatrizzate e vanno scomparendo.

L’INCI

Col 98% di Aloe Vera, la composizione è molto semplice.

Aloe Barbadensis Leaf Juice, Xanthan Gum, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Citric Acid.

• NO PARABENI • PETROLATI • ALCOL • PROFUMAZIONE AGGIUNTA •

PREZZO: 9.00 €

FORMATO: 150 ml

REPERIBILE: supermercati della grande distribuzione.

Il prezzo non è proprio basso ma essendo un prodotto davvero multiuso ne vale la pena. Il massimo della convenienza sarebbe ottenerlo da sè tramite la pianta a casa propria 🙂 gratis ed efficace.

Per me l’Aloe è un pò la soluzione a tutti i problemi, della serie Quando non sapete a chi rivolgervi non vi preoccupate. Per tutto il resto c’è Mastercard Aloe vera 🙂

Buon fine settimana ragazze 💋

***

Iscrivetevi al blog e seguitemi sui miei social:

Google+: Alessia_ILoveCapelliRicci

Bloglovin’: Alessia ❤ I love capelli ricci ❤ 

Instagram: alessia_ilovecapelliricci_blog

***Firma13

» Idrolato di Hamamelis

Bentornata bella gente ❤

Procediamo con la rubrica mensile sugli Idrolati, prodotti cosmetici sempre più in continua diffusione. Il protagonista del mese di Gennaio è l’idrolato di Hamamelis bio: vi preannuncio che è una pianta molto ma molto interessante 😀

Idrolato di Hamamelis bio

QUALCOSA SULL’HAMAMELIS: PROPRIETA’ ED USI

L’Amamelide (c.d. Hamamelis Viriginiana) è un arbusto che può raggiungere i 7 m d’altezza appartenente alla famiglia delle Hamamelidaceae. E’ anche curiosamente chiamato, dall’inglese, « nocciolo della strega » perchè i suoi frutti ricordano il sapore delle nocciole e perchè il tronco è usato per fare i manici di scopa che, come vuole la leggenda, è il mezzo di trasporto delle streghe.

Hamamelis-Mollis-1.jpg

I fiori sono gialli e a forma di piccoli fili. Originario delle regioni orientali degli Stati Uniti, nel Nord America è fra i prodotti erboristici più venduti. Gli stessi Nativi americani la usavano in caso di infiammazioni e come cicatrizzante (gli stregoni le attribuivano poteri magici). Nell’Ottocento si ampliarono gli usi, tant’è che il distillato veniva usato contro le scottature solari e le irritazioni oculari, dopo lunga esposizione alla luce. Le foglie e o rametti si raccolgono in qualsiasi momento dell’anno, vanno poi essiccati in luogo asciutto e assolato.

L’amamelide è una delle piante più ricche di:

  • Tannini, cioè sostanze con proprietà antinfiammatorie e antidiarroiche, capaci di fermare le emorragie, restringere i vasi sanguigni, rafforzare le pareti delle vene e contrastare il ristagno del sangue.
  • Saponine, ossia sostanze che eliminano l’accumulo di liquidi nell’organismo
  • Flavonoidi che aumentano la resistenza dei capillari e sono potenti antiossidanti.

Gli usi non si esauriscono qui: grazie alle sue proprietà può essere impiegata in casi di diarrea acuta, infiammazioni delle gengive e della gola, aiuta a risolvere problemi ginecologici, come, per esempio, dolori mestruali accompagnati da crampi, flusso abbondante, ovaie infiammate e lievi emorragie durante il ciclo, indicata per curare geloni, ematomi dolorosi provocati da lesioni e occhi pesti o iniettati di sangue nonchè impiegata in fitoterapia come rimedio di pronto soccorso per le sue proprietà astringenti.

L’hamamelis la si può utilizzare nei seguenti modi:

  • Come decotto ⇒ la corteccia viene tritata grossolanamente e viene portata a ebollizione in acqua per 10-15 minuti e dopodichè la si filtra.
  • Come tisana ⇒ si ottiene facendo bollire l’acqua e immergendovi le foglie (essiccate e triturate), dopodichè la si copre e la si lascia in infusione per 10 minuti.
  • Come tintura madre ⇒ ottenuta per macerazione in alcool alimentare di foglie e corteccia.

Nel caso di emorroidi è possibile fare impacchi esterni imbevuti di decotto di corteccia. La tisana, invece, funziona bene nel caso di diarrea. Sia la tisana che il decotto possono rivelarsi un toccasana nel caso di infiammazione di gola e gengive, contribuendo ad una graduale riduzione tramite appositi gargarismi.

L’amamelide e le singole parti, come le foglie e la corteccia, sono reperibili in erboristeria e in farmacie specializzate, le quali vendono anche supposte e pomate a base di questa pianta consigliate nei casi di fragilità capillare e di varici in quanto reputate più efficaci rispetto alle classiche pomate, che non eliminano il problema ma si limitano a sfiammare le varici.

Controindicazioni: l’amamelide non deve essere assunto da chi soffre di epatopatie.

L’IMPIEGO PARTICOLARE IN OMEOPATIA

In omeopatia, oltre agli usi sopra riportati, si ricorre all’amamelide come rimedio sul piano psichico a chi è insicuro e instabile, essendo in grado di aumentare la forza di volontà del soggetto. Ne è stato tracciato una sorta di identikit:

Il c.d. tipo Hamamelis ha spesso i capelli biondi, ha difficoltà a prendere decisioni da solo (compito che cerca di delegare agli altri), è generalmente molto insicuro e perciò si fida del prossimo che però, a volte, lo delude.

Con l’utilizzo dell’amamelide sul piano psichico si ritiene che aumenti la capacità decisionale e la forza di volontà, aiutando ad uscire dagli stati depressivi.

Riepilogando, i disturbi per i quali si può ricorrere alla pianta sono:

  • Insicurezza
  • Incapacità decisionale
  • Eccessiva fiducia negli altri
  • Predilezione per attività sportive leggere, come passeggiate o gite in bicicletta
  • Spossatezza appena alzati
  • Epistassi frequenti
  • Ematoma all’occhio
  • Cefalea che migliora con l’epistassi
  • Emorroidi sanguinanti durante la defecazione
  • Vene deboli e varicose
  • Predisposizione ai trombi
  • Infiammazioni venose
  • Predisposizione a lividi
  • Ematomi
  • Escoriazioni sanguinanti
  • Flusso mestruale abbondante e prolungato
  • Infiammazione delle ovaie e delle tube
  • Emorragie
  • Mestruazioni

L’IDROLATO DI HAMAMELIS PER USO COSMETICO

Vi starete giustamente chiedendo « ma ‘sto benedetto idrolato come posso utilizzarlo dal punto di vista cosmetico? ».

Anzitutto ha proprietà astringenti, decongestionanti, antibatteriche, antimicotiche, purificanti e lenitive. Dunque questo idrolato rigenera, lenisce e purifica l’epidermide ed è adatto sia a pelli impure per il suo potere astringente che a pelli delicate ed irritate per la sua azione decongestionante. Potete ricorrervi anche se soffrite di couperose.

INCI: Hamamelis Virginiana Water

ORIGINE: Distillazione in corrente di vapore

MODALITÀ DI UTILIZZO

Può essere utilizzato puro, spruzzato sul viso come tonico dopo la detersione, mattina e sera, su pelle impura o con couperose, applicando in seguito la crema abituale direttamente sulla pelle umida. In questo modo si ottiene un ottimo tonico purificante e in grado di attivare la microcircolazione.

Passatelo sugli occhi gonfi e stanchi con un batuffolo di cotone per eliminare gonfiore e stanchezza. Aiuta anche in caso di lievi congiuntiviti.

Può essere applicato sul cuoio capelluto in caso di capelli grassi o deboli. Purifica e riattiva la microcircolazione favorendo la nutrizione e l’ossigenazione delle radici con conseguente effetto anticaduta.

Può essere incorporato in fase acquosa nella preparazione di creme per pelli miste e impure, creme lenitive doposole, lozioni dopobarba, struccanti bifasici delicati e nei gel per pelli impure, arrossate, con couperose, contorno occhi o per gambe stanche.

Eccovene alcuni esempi facilmente reperibili online:

idrolato-hamamelis

LA SAPONARIA – 100 ML

3.50 € – IL GIARDINO DEI LIBRI

Idrolato-di-Hamamelis-SO-BIO-ETIC

SO’ BIO ETIC – 9.50 €

BIOALCHEMILLA

IDROLATO-DI-HAMAMELIS-100ml-big-2196-499

KOBASHI – 100 ML

7.90 € – BIOVEGANSHOP

✶✶✶✶✶✶✶✶✶✶

Conoscete questo idrolato? Utilizzate l’hamamelis in qualche modo? Spero che queste informazioni tornino utili, soprattutto per chi soffre di pelle impura come moi.

Un bacio e alla prossima 💋

Firma10

Seguimi anche su:

GOOGLE+: Alessia_ILoveCapelliRicci

BLOGLOVIN’: Alessia ❤ I love capelli ricci ❤ 

INSTAGRAM: alessia_ilovecapelliricci_blog

*Fonti dalle quali è stato tratto l’articolo*

http://www.naturopataonline.org

http://www.inerboristeria.com

http://www.edenstylemagazine.it

• Collutorio Biorepair & Detergente intimo MilMil •

Salve donzelle 💖

Immagino che alcune di voi abbiano sfruttato questo bel ponte per l’Immacolata 🙂 che cosa farete oggi e domani? Io starò a casa 😒 nulla di speciale.

Il blog non si ferma mai (mi annoio a stare ferma) e vi ho annunciato delle varie review in arrivo che sono state messe da parte a favore di articoli prioritari.

Oggi vi propongo una letturina leggera, recensendo due prodotti che ho terminato già da mò e di cui voglio parlarvi: il collutorio Biorepair e il detergente intimo MilMil.

P_20151109_124833.jpg


COLLUTORIO BIOREPAIR ANTIBATTERICO

P_20151109_125431.jpg

PACKAGING, CONSISTENZA E CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO:

Il prodotto si presenta in un flacone di plastica semi-rigida con tappo a vite dalla forma a bottiglia, dotato di un pratico tappo dosatore di grandi dimensioni.

Il collutorio è un liquido viscosissimo trasparente, vale a dire che non si presenta liquido come la maggior parte dei simili ma tutt’altro: denso e corposo. Ha un gradevolissimo sapore di menta che, personalmente, adoro perchè sa di fresco e di pulito.

La caratteristica di questo prodotto è quello di presentare una formula ricca di microRepair, cioè particelle micrometriche bioattive costituite da una sostanza chiamata Carbonato-Apatite-Zinco-Sostituta, la cui composizione è simile allo smalto dei denti. I microRepair riparano lo smalto dei denti e lo remineralizzano attraverso la deposizione di nuovo minerale biomimetico che protegge lo smalto naturale senza intaccare la struttura.

Denti e gengive sono riparati e protetti da carie, placca e tartaro.

La consistenza viscosa è pensata appositamente per avere una maggiore aderenza al dente, per prolungare l’azione di barriera protettiva sullo smalto. Questo collutorio svolge, inoltre, altre due funzioni:

  • Antibatterica
  • Di contrasto con l’ipersensibilità dentinale

LA MIA ESPERIENZA:

La mia esperienza con questo prodotto non è stata per nulla positiva. L’unica cosa che mi è piaciuta è stato proprio il sapore.

Non mi immaginavo una consistenza così densa e viscosa (molto simile a quella di alcuni succhi di frutta, per intenderci), che in bocca risulta curiosa e inaspettata, per chi è abituato ad usare i collutori classici. E’ vero quanto riportato sulla descrizione: dà proprio l’idea di esser pensata per aderire completamente al dente ma non ho notato grandi miglioramenti (soffro spesso di sanguinamento gengivale).

Sulla confezione viene suggerito l’utilizzo di tre volte al giorno, senza specificare nè la quantità da utilizzare nè il tempo consigliato per il risciacquo: dopo un paio di utilizzi, ho capito che la quantità ottimale per me era di 20 ml che tenevo in bocca per una 30ina di secondi. Data la consistenza, una volta sputato, nella bocca permaneva la strana sensazione di viscosità (un pò quella che rimane con i succhi molto corposi, appunto) ma comunque ben tollerabile.

La fine della fiera è stata che non sono riuscita a terminare il collutorio. Perchè?

Col passar dei giorni e degli utilizzi, questo mutava la sua consistenza: da sostanza trasparente e viscosa ma comunque “fluida” in bocca, è diventata una sostanza bianca e ancora più densa e pietrificata rispetto a quella iniziale, che ha reso completamente impossibile l’utilizzo in bocca!

PicMonkey Collage22

Facevo molta fatica a farla fuoriuscire dal flacone e altrettanta fatica a distribuirla in bocca… immaginatevi al termine dei 30 secondi: a momenti avrei dovuto prelevarla direttamente con le mani dalla bocca. Mi son detta che forse era stata colpa mia, che non agitavo il flacone prima dell’uso come suggeriva la confezione, ma penso che non ci siano giustificazioni perchè ho pagato questo prodotto e l’ho dovuto buttare poco sotto la metà.

Inoltre, non ho apprezzato nemmeno la patina appiccicosa e collosa che si veniva a creare in corrispondenza del tappo dosatore all’esterno del flacone, che lo faceva sembrare perennemente sporco e mal pulito.

P_20151109_124521

In questo caso l’ho pulito per decenza, ma attirava un sacco di polvere intorno (e mia madre tiene il bagno cristallino).

Risparmiate ‘sti soldi e scegliete un altro prodotto.

L’INCI:

AQUA, SORBITOL, GLYCERIN, XYLITOL, CELLULOSE GUM, ZINC PCA, ZINC HYDROXYAPATITE*, AROMA, SODIUM LAURYL SULFATE, SILICA, RICINUS COMMUNIS SEED OIL, AMMONIUM ACRYLOYLDIMETHYLTAURATE/VP COPOLYMER, MENTHA ARVENSIS LEAF OIL, SODIUM MYRISTOYL SARCOSINATE, SODIUM METHYL COCOYL TAURATE, SODIUM SACCHARIN, TROMETHAMINE, SODIUM BENZOATE, BENZYL ALCOHOL, PHENOXYETHANOL, LIMONENE.

*MICROREPAIR®

Peccato perchè la composizione era molto buona: scegliete sempre collutori di uso quotidiano SENZA ALCOHOL E CLOREXIDINA… non dimenticatelo!

CONFEZIONE: 500 ml

PREZZO: 4.40 €

REPERIBILE: io l’ho trovato in un supermercato esistente solo nella mia città, ma l’ho visto anche presso l’Auchan ad un prezzo decisamente superiore (5.90/6.90 €)


DETERGENTE INTIMO MILMIL

PicMonkey Collage23

PACKAGING E CONSISTENZA:

Il packaging è semplice: si tratta di un flacone di plastica rigida rosso, dotato di pratico erogatore a pompetta (che ho un pò frantumato perchè mi è caduto per terra).

Questo detergente appartiene alla linea 0%, che risponde all’esigenza di utilizzare prodotti per la cura della persona ipoallergenici e rispettosi dell’ambiente.

La formula è semplice e pensata per non alterare il normale equilibrio delle parti intime. La texture è densa al punto giusto e dolcemente fresca e profumata.

LA MIA ESPERIENZA:

Contrariamente a prima, sono soddisfattissima di questo prodotto: il solo fatto che sia riuscito a placare una spiacevole sensazione di fastidio (capacità che non ho mai riscontrato in nessun altro prodotto di questo genere, che non sia medico) gli fa ricoprire un posto d’onore nel mio bagno.

Rispetta il naturale ph fisiologico e per questo lo considero adatto a tutti: fa un’abbondante schiumetta e lascia una persistente sensazione di pulito e di freschezza. L’erogatore a pompetta permette di applicare la giusta quantità di detergente, evitando sprechi.

E’ un ottimo prodotto da supermercato e, in quanto tale, facilmente reperibile.

L’INCI:

AQUA, COCAMIDOPROPYL BETAINE, SODIUM LAUROYL SARCOSINATE, SODIUM CHLORIDE, SODIUM OLIVAMPHOACETATE, GLYCERIN, PARFUM, CITRIC ACID, BENZYL ALCOHOL, SODIUM BENZOATE, POTASSIUM SORBATE.

Ottima formulazione: semplice, concisa e delicata.

Nonostante non faccia parte della linea BIO, questo prodotto è privo di SLES • COLORANTI • ALLERGENI • PARABENI • SILICONI • PEG

CONFEZIONE: 300 ml

PREZZO: 3.50 €

REPERIBILE: presso tutti i supermercati

Con questo è tutto 🙂 vi invito a lasciare un commento se vi va e a seguirmi sui miei social:

Google+: Alessia ILoveCapelliRicci
Bloglovin’: Alessia ❤ ilovecapelliricci ❤
Instagram: alessia_ilovecapelliricci_blog

Grazie per aver letto questa recensione. Vi auguro buona festa dell’Immacolata 💋

Firma8